Bugiardi in divisa

image_pdfimage_print

Sono accusati di aver spinto i loro uomini a mentire, saranno processati con rito abbreviato. I poliziotti Gianni De Gennaro e Spartaco Mortola non dovranno così spiegare pubblicamente perché furono costruite false prove per giustificare il massacro della Diaz (le famose molotov portate lì da alcuni agenti, con il loro consenso), ma avranno un giudizio rapido e indolore. Del
resto le pesanti responsabilità dei due dirigenti nella disastrosa gestione del G8 del 2001 non hanno per nulla compromesso le loro carriere: nemmeno un richiamo, una sospensione, anzi. L’omertà paga? Ricordiamo che al processo Diaz 27 dei 29 imputati si sono addirittura avvalsi della facoltà di non rispondere.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *