Biciclette nonviolente

image_pdfimage_print

Molte persone, trovandosi di fronte all’ennesimo conflitto scatenato a causa del petrolio si sono probabilmente chieste cosa possono fare concretamente per mostrare il loro dissenso alla guerra infinita e promuovere efficacemente un minor consumo di benzina. La Rete Lilliput ha così organizzato per il 31 maggio la giornata nazionale dell’auto-boicottaggio, un invito a lasciare a casa la macchina e a “invadere” le città sfilando in fila indiana in bicicletta per le strade della città sventolando la bandiera della pace. La manifestazione si terrà contemporaneamente in varie città d’Italia e ha lo scopo di ribadire l’opposizione “senza se e senza ma” alla guerra e di ridurre la quantità di automobili circolanti sulle strade, invitando a riflettere sul loro abuso che è alla base dell’inquinamento planetario e ha causato mezzo milione di morti solo in Europa negli ultimi dieci anni. Manifestazioni di questo tipo si sono già svolte nelle settimane passate in oltre 20 città italiane, riscuotendo grande partecipazione.
Sempre il 31 maggio inizia anche la “settimana dell’impronta ecologica”, un’ottima occasione per riflettere sull’insostenibilità a livello ambientale dell’attuale stile di vita.
Per informazioni www.retelilliput.org

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *