Benvenuti nella giungla

image_pdfimage_print

A passare da via Lombardia in questi ultimi mesi sembra quasi di essere in una zona dell’Amazzonia: ora che è arrivata la bella stagione è normale vedere persone che camminano sul marciapiede, diventato ormai una via tra arbusti, erba e piante alte più di un uomo. La pazienza di chi abita da quelle parti è ormai giunta alla fine, anche perché basta guardare pochi metri più in la per scorgere prati rasati e ben puliti, divisi da questa giungla da un confine invisibile ma molto netto.
“È un problema diventato quasi insostenibile – racconta don Alessandro – anche perché il cantiere che interessava l’area è ormai chiuso da metà maggio, hanno tolto perfino il cartello e le recinzioni, ma nessuno ha risistemato il verde, lasciando a se stessa la zona, in un degrado che diventa anche pericoloso poiché ci sono bisce, ma soprattutto topi che vivono in quelle sterpaglie”.
Abbiamo chiesto spiegazioni al responsabile del verde del Quartiere 5, il signor Mugnai: “il problema doveva già essere risolto poiché era dovere della ditta appaltatrice, un’impresa di Reggio Calabria, che ha eseguito i lavori di riqualificazione dell’area e si doveva occupare anche della sistemazione del verde e di riconsegnarlo ai cittadini”. Mugnai ha inoltre spiegato che “solo da quel momento il Quartiere se ne prenderà di nuovo carico, ricominciando la manutenzione e la cura ordinaria”.
Dal Comune di Firenze l’architetto Mario Pittalis ha risposto alle nostre perplessità riguardo a questo inconveniente, assicurandoci che entro ottobre tutto sarà sistemato: “Saranno messe a dimora nuove piante e sistemato il verde pubblico – ha detto, aggiungendo poi, “non avrei mai pensato che l’erba alta fosse una priorità tra i problemi delle Piagge!”. Certo, non sarà una priorità, ma un brutto segno di degrado e soprattutto di non serietà da parte di chi ha eseguito i lavori in quel luogo.
In attesa che Quartiere, Comune e impresa appaltatrice si mettano d’accordo, ai cittadini non resta altro che armarsi di stivali e machete per andare a fare la spesa o semplicemente una passeggiata.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *