23 settembre 2018

Ben comune tutto gaudio

image_pdfimage_print

sulla stampa ha dominato la polemica politica. Quel che c’era di nuovo invece era che si cercava di capire quali fossero gli effetti locali di una politica globale di privatizzazione dei servizi pubblici, decisa dall’organizzazione mondiale per il commercio (WTO), che si riunirà a Cancun a settembre, tramite gli accordi sul commercio di servizi (GATS), che includono anche i servizi di base, come la sanità, i trasporti, l’istruzione, l’energia, gli acquedotti, il gas. Le iniziative promosse a Firenze dal Tavolo Fermiamo il WTO sono state le più svariate, dalla passeggiata alle Cascine delle mucche degli allevatori del Mugello per denunciare la privatizzazione della Mukki Latte, all’asta simbolica delle statue della Loggia dei Lanzi. Domenica 18 al Parco dell’Anconella, mentre si aspettava invano l’arrivo del Sindaco Domenici e del Presidente della Regione Martini, invitati ad un incontro con i cittadini sulle privatizzazioni, i lavoratori di Publiacqua hanno distribuito bigliettini da attaccare in segno di protesta alla recinzione dell’azienda lì accanto, l’Unione Inquilini intanto cercava di mettere all’asta quel che era rimasto pubblico in città e il gruppo Consumo Critico del Forum Sociale di Firenze offriva ai presenti polpette di soia e vino.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *