#Ataf "Privatizzazione Selvaggia", Spazi Liberati sta con gli autisti

image_pdfimage_print

Le politiche di Renzi e dei soci privati erodono i diritti dei cittadini

Cittadine/i, comitati, gruppi e associazioni che promuovono la rete fiorentina “Spazi Liberati” esprimono tutta la loro solidarietà agli autisti e alle autiste di Ataf in sciopero contro la disdetta unilaterale degli accordi da parte dell’azienda e la “privatizzazione selvaggia” che ha come primo effetto lo smembramento in tre tronconi del servizio di trasporto pubblico fiorentino.

Intendiamo stigmatizzare le dichiarazioni di Filippo Buonaccorsi – ex presidente Ataf e attuale assessore alla mobilità del Comune di Firenze – che parla di “vigliaccata” a proposito dello sciopero degli autisti. Un brutto segnale accanto a quello della diminuzione dei diritti e del salario dei lavoratori e all’aumento dei privilegi di chi dovrebbe dirigere l’azienda.

Gli isterismi del renziano Bonaccorsi, a pochi giorni dalle primarie che dovrebbero incoronare Matteo Renzi leader del PD, sono il segno del degrado di una politica che ha interesse solo nella cura della propria immagine; è assolutamente innegabile che questa disastrosa privatizzazione dell’Ataf è una delle peggiori prestazioni del sindaco di Firenze, un vero e proprio fallimento.

Come utenti di Ataf possiamo solo constatare il progressivo degrado e la riduzione del servizio di trasporto pubblico locale. Non possiamo che essere estremamente preoccupati per lo smembramento dell’Ataf (il cosiddetto “spacchettamento”), così come siamo perplessi per l’intenzione di arrivare ad un gestore unico del trasporto pubblico toscano. Su questa strada si realizza solo la riduzione dei servizi per i cittadini e la nascita di monopoli così forti che potranno imporre il loro volere agli enti locali svuotando di senso le stesse istituzioni come i Comuni, gli organi che dovrebbero garantire il trasporto. Basti osservare con un minimo di onestà intellettuale a ciò che accade con il trasporto locale ferroviario gestito dalle FS di Mauro Moretti, le stesse che oggi controllano Ataf.

Insomma siamo di fronte ad una giusta lotta dei lavoratori che non può che trovare d’accordo gli utenti: se lasciamo a questi apprendisti stregoni la gestione dei servizi possiamo trovarci solo tre cose: aumento delle tariffe, diminuzione dei servizi, riduzione del salario e dei diritti dei lavoratori del settore.

Spazi Liberati è: Abitanti a piede libero (PT), Associazione Pantagruel (FI), Comitato No Tunnel Tav (FI), Comitato contro la terza corsia Firenze-Mare, Comitato contro la privatizzazione di Ataf (FI), Comitato San Salvi chi può (FI), Comunità delle Piagge (FI), Coordinamento comitati Ato Toscana centro, Fondo etico e sociale delle Piagge (FI), Forum toscano dei movimenti dell’acqua, Fuori binario (FI), l’Altracittà – giornale della periferia (FI), Lo Sbertoliano (PT), Mag Firenze, Medicina democratica (FI), perUnaltracittà – lista di cittadinanza (FI), Rivolta Il Debito (FI).

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *