21 settembre 2018

Appalti pubblici più sicuri e trasparenti. Approvata la nuova legge regionale

image_pdfimage_print

Il Consiglio Regionale della Toscana ha approvato la legge sugli appalti pubblici. Regolarità dei bandi di gara, disposizioni in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro e tutela per le persone: queste le principali novità. Di particolare rilievo le norme che prevedono il divieto di ottenere lavori in subappalto alle imprese che hanno partecipato a una gara senza vincerla e che limitano il ricorso al subappalto solo per lavori specialistici.
In sostanza si impedisce la possibilità di creare un “cartello” di ditte che concorrono allo stesso appalto e che di fatto eliminano la concorrenza. Altro punto rilevante sono le regole introdotte in materia di sicurezza con un aumento dei controlli di competenza delle strutture sanitarie e un sistema di prevenzione e costruzione di tutele in favore dei lavoratori. Viene inoltre introdotto il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa: non si guarda più solo al prezzo più basso ma si tiene conto di altri fattori come le misure di sicurezza aggiuntive rispetto a quelle richieste per legge e i comportamenti passati delle imprese.
I sindacati esprimono la loro soddisfazione: “I toscani devono essere orgogliosi di avere condotto una battaglia contro l’illegalità, per la trasparenza e la sicurezza dei lavoratori. Questa legge contribuirà in maniera significativa a ridurre i rischi negli appalti pubblici e a renderli più trasparenti e meno permeabili a fenomeni malavitosi”. La legge regionale presenta però elementi di discontinuità con l’ordinamento nazionale, per cui si attende un pronunciamento positivo da parte della Corte Costituzionale che confermi le competenze regionali in materia.

Per superare queste difficoltà il consiglio regionale ha approvato anche una proposta di legge da presentare in Parlamento per chiedere modifiche al Codice nazionale sugli appalti pubblici sul modello toscano.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *