13 novembre 2018

Alta Velocità, quale democrazia? I cittadini esigono il confronto con le istituzioni

image_pdfimage_print
Comunicato stampa del Comitato contro il sottoattraversamento AV di Firenze
Firenze, 11 giugno 2010
L’assemblea dei cittadini che si è tenuta il 10 giugno alla parrocchia dell’Ascensione (in zona Macelli) è stata molto partecipata e ricca di interventi dei cittadini.
L’assenza del Sindaco, che ha inviato un messaggio tramite il consigliere Eros Cruccolini, è stata ripetutamente stigmatizzata, così come il rifiuto ad ogni confronto delle altre istituzioni toscane, in primis la Regione.
La coscienza dell’inutilità dell’opera, dei suoi costi abnormi, dei gravi rischi che comporta per la salute e per migliaia di abitazioni, ha spinto i partecipanti a votare una mozione che chiede alle Istituzioni toscane (Regione, Provincia, Comune e Osservatorio Ambientale), tra le altre cose, di partecipare ad una nuova iniziativa pubblica in cui i rappresentati eletti dai cittadini diano risposte esaurienti e non continuino a sfuggire ai loro doveri istituzionali e morali.
Le recenti dichiarazioni del presidente della regione Enrico Rossi in cui dichiara che tutto ormai è stato discusso a proposito del Passante AV lasciano sconcertati: da anni le istituzioni rifiutano ogni confronto, non danno alcuna informazione sullo stato dell’opera, ma si limitano a comunicati menzogneri e falsamente tranquillizzanti.
Questo dell’alta velocità a Firenze non è più solo un problema ambientale o urbanistico, ma parla delle condizioni pessime in cui versa la democrazia anche nella “virtuosa Toscana”.
Per questo, ultimamente, due assemblee di cittadini (una alla parrocchia Mater Dei al Lippi l’8 giugno, una alla parrocchia dell’Ascensione il 10 giugno) si sono espresse con voto unanime e con acclamazione perché i rappresentanti eletti si confrontino con i cittadini e diano loro le risposte a dubbi e timori. Non è più un comitato o un gruppetto che lo chiede, ma assemblee con diverse centinaia di persone, interi quartieri. Far finta di nulla non è più possibile, pena un crollo della credibilità del ceto politico toscano.
L’appuntamento per questo è l’assemblea già indetta da cittadini di viale Don Minzoni e Campo Marte il 21 giugno 2010, ore 21, presso l’istituto Stensen, in viale Don Minzoni 25.
Di seguito il testo integrale della mozione approvata il giorno 8 giugno 2010 nei locali della parrocchia Mater Dei al Lippi e il 10 giugno 2010 presso i locali della parrocchia dell’Ascensione in zona Macelli.

Riceviamo e pubblichiamo

Comunicato stampa del Comitato contro il sottoattraversamento AV di Firenze

Firenze, 11 giugno 2010

L’assemblea dei cittadini che si è tenuta il 10 giugno alla parrocchia dell’Ascensione (in zona Macelli) è stata molto partecipata e ricca di interventi dei cittadini.

L’assenza del Sindaco, che ha inviato un messaggio tramite il consigliere Eros Cruccolini, è stata ripetutamente stigmatizzata, così come il rifiuto ad ogni confronto delle altre istituzioni toscane, in primis la Regione.

La coscienza dell’inutilità dell’opera, dei suoi costi abnormi, dei gravi rischi che comporta per la salute e per migliaia di abitazioni, ha spinto i partecipanti a votare una mozione che chiede alle Istituzioni toscane (Regione, Provincia, Comune e Osservatorio Ambientale), tra le altre cose, di partecipare ad una nuova iniziativa pubblica in cui i rappresentati eletti dai cittadini diano risposte esaurienti e non continuino a sfuggire ai loro doveri istituzionali e morali.

Le recenti dichiarazioni del presidente della regione Enrico Rossi in cui dichiara che tutto ormai è stato discusso a proposito del Passante AV lasciano sconcertati: da anni le istituzioni rifiutano ogni confronto, non danno alcuna informazione sullo stato dell’opera, ma si limitano a comunicati menzogneri e falsamente tranquillizzanti.

Questo dell’alta velocità a Firenze non è più solo un problema ambientale o urbanistico, ma parla delle condizioni pessime in cui versa la democrazia anche nella “virtuosa Toscana”.

Per questo, ultimamente, due assemblee di cittadini (una alla parrocchia Mater Dei al Lippi l’8 giugno, una alla parrocchia dell’Ascensione il 10 giugno) si sono espresse con voto unanime e con acclamazione perché i rappresentanti eletti si confrontino con i cittadini e diano loro le risposte a dubbi e timori. Non è più un comitato o un gruppetto che lo chiede, ma assemblee con diverse centinaia di persone, interi quartieri. Far finta di nulla non è più possibile, pena un crollo della credibilità del ceto politico toscano.

L’appuntamento per questo è l’assemblea già indetta da cittadini di viale Don Minzoni e Campo Marte il 21 giugno 2010, ore 21, presso l’istituto Stensen, in viale Don Minzoni 25.

0 Comments

    1. red

      TAV a Firenze
      puoi scrivere al Comitato contro il Sottoattraversamento AV di Firenze notavfirenze@gmail.com http://notavfirenze.blogspot.com/
      segnaliamo l’incontro di
      LUNEDI 21 GIUGNO 2010 ORE 21.00, Sala dell’Istituto Stensen, Viale Don Minzoni 25

      SARANNO PRESENTI QUALIFICATI ESPERTI PER RISPONDERE A TUTTI I DUBBI DEI CITTADINI: ing. Abruzzo, prof. Crespellani, ing. Perini, prof. Pizziolo, prof. Vannucchi, prof. Ziparo

      SARANNO PRESENTI I LEGALI CHE CURANO IL RICORSO: avv. Chiesi, avv. Bonafede

      Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *