Acqua privata? In Ungheria Pécs caccia la Suez

image_pdfimage_print

di Mercedes Domenech Salinas
I cittadini di Pécs, bella città del sud dell’Ungheria, il 12 ottobre hanno occupato lo stabilimento di un’impresa di servizi idrici, in parte proprietà della multinazionale francese Suez Environment. Allo stesso tempo, il sindaco di Pecs, Zsolt Pava, ha rescisso il contratto con la compagnia, accusandola di speculazione e di mancanza di trasparenza dopo avere riscontrato che le tariffe eccessive imposti sull’acqua andavano contro gli interessi dei residenti.

Secondo il gruppo di pressione statunitense Food and Water Watch, non è la prima volta che la compagnia francese viene criticata per sviluppo di “pratiche abusive” nelle quali prevale prima “il proprio beneficio economico che il diritto umano all’acqua”.

Attualmente, sta crescendo una forte opposizione a livello globale che respinge la privatizzazione dell’acqua, bene fondamentale e risorsa strategica. Tanto che perfino alcuni politici neoliberali, come il primo ministro britannico Gordon Brown, hanno espresso recentemente il proprio rifiuto alla privatizzazione della fornitura di acqua.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *