Accontentiamoci…

image_pdfimage_print

Cosa pensano del loro quartiere e dei nuovi progetti gli abitanti delle Piagge? Abbiamo parlato con chi vive nelle “navi”, recentemente oggetto di ristrutturazioni, che delle Piagge sono un po’ il simbolo e che De Carlo ha definito “non così brutte”. A sorpresa, questo giudizio appare condiviso da diverse persone, gente che si è saputa accontentare di ciò che il Comune ha dato loro e soddisfatta degli ultimi miglioramenti: “abitazioni ben rifinite e dignitose – ci dice una signora – soprattutto rispetto alle condizioni nelle quali abbiamo vissuto negli anni precedenti… Dovevamo scendere per la strada con gli stivali e poi cambiarci le scarpe sulla Pistoiese, perché sotto casa avevamo la mota che ci arrivava fino alle caviglie!”.
“Alle Piagge fino a qualche anno fa non c’era una struttura pubblica nel raggio di chilometri – prosegue – né un ufficio comunale, né un negozio, né un supermercato. Dopo aver avuto le case abbiamo sentito l’esigenza di altro.”.
“Certo, qualche problema queste case ce l’hanno dato – aggiunge un signore – in alcuni casi anche grosso, in altri più esiguo, ma c’è anche chi deve brontolare a tutti i costi e pretende dal comune chissà cosa…”.
E di questi nuovi progetti di riqualificazione per il quartiere? Si parla di parchi, aree sportive… “Il campo da golf? – ci dicono tutti – Ma quello è uno sport da signori, che c’entra alle Piagge?”. Niente contro i golfisti (si dice così?!), ma non vorremmo che questo fosse il simbolo di un progetto chic, troppo scollato dalla realtà di un quartiere ancora con tanti problemi molto più spiccioli.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *